Forbes

Nella classifica dei maggiori brand sportivi che l’autorevole forbes stila annualmente Nike domina ancora una volta

La rivista statunitense Forbes è nota, oltre che per i suoi articoli su economia e finanza, anche e forse soprattutto per le sue classifiche, che coprono i settori più disparati. Si va dalla prestigiosa Fortune 500, che identifica le prime 500 imprese americane per giro d’affari, alla classifica delle 100 donne più potenti del mondo, e molte altre. Una di queste classifiche riguarda i brand sportivi che valgono di più, ranking che è stato redatto annualmente dalla rivista a partire dal 2007. Come per tutte le classifiche, è bene guardarsi dal prenderle come verità assoluta. Si tratta evidentemente di stime. È altrettanto vero, però, che molte delle classifiche di Forbes sono disponibili solo in Forbes, almeno con quella frequenza, e che la semplificazione giornalistica da esse fornita ne ha fatto un punto di riferimento oramai abituale tanto per gli analisti quanto per i lettori, che trovano soddisfatta la loro curiosità in molti campi. A ciò si aggiunga il prestigio indiscusso della rivista, il cui primo numero apparve nel lontano 1917.
Il ranking dei brand sportivi di Forbes di cui intendiamo occuparci qui s’intitola precisamente “Forbes Fab 40: The World’s Most Valuable Sports Brands 2017”. La Fab 40 in questione copre quattro categorie – aziende, atleti, eventi e squadre sportive – e determina la lista delle Top 10 in ognuna di queste categorie. Prima di entrare nel dettaglio dei nomi e delle cifre, partiamo da un dato generale di tendenza. Negli ultimi 10 anni, cioè da quando Forbes ha iniziato a stilare questa classifica, il valore dei brand contenuti nella Fab 40 è cresciuto di circa il 200%, il triplo di quanto non sia cresciuto il valore in borsa dei titoli relativi nello stesso periodo. L’unica categoria in cui il valore dei brand è aumentato più lentamente di quello del mercato azionario è la categoria degli atleti. Per calcolare il valore dei brand, Forbes quantifica l’apporto del nome al valore complessivo di un’azienda, di un atleta, di un evento sportivo o di un club.

Nike occupa il 1° posto della Fab 40 2017 nella categoria Business, dedicata alle aziende. Secondo la stima di Forbes, il brand value di Nike ammonta a 29,6 miliardi di dollari, un importo che corrisponde a circa 40 volte il valore del brand nel 2007. La posizione di leadership di Nike in questa categoria è netta, dato il vistoso distacco da ESPN, che occupa il 2° posto con un brand value di 15,8 miliardi di dollari. Adidas si piazza invece al 3° posto, con un brand value stimato a 7,9 miliardi di dollari. Sky Sports è al 4° posto con 5,5 miliardi di dollari. Al 5° troviamo un’altra marca di abbigliamento sportivo, Under Armour, con un brand value di 5,5 miliardi di dollari. Per trovare un altro brand di articoli sportivi, dobbiamo scendere poi al 9° posto, dove abbiamo Reebok, con un brand value stimato in 800 milioni di dollari.
Nella categoria Atleti, in testa troviamo il tennista Roger Federer, con un brand value di 37,2 milioni di dollari. Significa che Federer guadagna 37,2 milioni di dollari in più in contratti pubblicitari rispetto ai 10 tennis meglio pagati al mondo nello stesso sport. Per trovare un altro atleta europeo dobbiamo scendere al 4° posto, occupato dalla star portoghese del calcio Cristiano Ronaldo, con un brand value di 21,5 milioni di dollari. Il suo storico antagonista, Lionel Messi, è al 9° posto con un brand value di 13,5 milioni di dollari.

Nella categoria Eventi Sportivi, non sorprende trovare ancora una volta in testa alla classifica il Super Bowl, con un brand value di 630 milioni di dollari. Significa che nella scorsa stagione l’evento ha generato, il giorno in cui si è giocata la partita fra i Patriots e i Falcons, 630 milioni di dollari di giro d’affari fra pubblicità, biglietti, sponsorizzazioni, licenze e merchandise, quasi il doppio rispetto al Super Bowl del ranking 2007. Il Super Bowl ha occupato la testa della categoria eventi in tutte le edizioni della classifica, dalla Fab 40 2007 in poi.
Per concludere, nella categoria Squadre Sportive, in testa alla Fab 40 2017 si è piazzata la squadra di football americano dei Dallas Cowboys con un brand value di 896 milioni di dollari, il quintuplo del valore del brand nel 2007. I Dallas Cowboys scalzano dalla posizione di testa i New York Yankees, squadra invece di Major League Baseball (MLB), che guidava la categoria 2016 e che ora troviamo al 2° posto, con un brand value di 688 milioni di dollari. La squadra europea che si piazza più in alto è il Manchester United, al 4° posto con un brand value di 564 milioni di dollari, seguita al 5° posto a poca distanza da un’altra leggendaria squadra di calcio, il Barcellona, con un brand value di 537 milioni di dollari.
La versione integrale della Fab 40 2017 è disponibile sul sito della rivista Forbes.

 

 

TopSport – Maggio 2018
BANNER x sfoglio_1