INDIA

L’insegna francese Go Sport ha inaugurato il 25 maggio scorso il suo primo punto vendita in India, aprendo anche una possibile concorrenza, tutta transalpina, con Decathlon, già massicciamente presente nel Paese asiatico. Poche settimane dopo, Uniqlo ha annunciato il suo arrivo in India e l’apertura quasi contemporanea, prevista per questo autunno 2019, di tre negozi. In India il fatturato del retail sportivo è stimato a poco meno di 1,9 miliardi di euro (150.000.000.000 Rupie), anche se prevalgono per il momento i punti vendita di piccole dimensioni. Il mercato indiano è attualmente uno dei più attraenti del mondo, sia per il tasso di crescita economica del Paese, sia per il suo potenziale bacino di utenti-consumatori. Secondo le stime degli analisti economici, il prodotto interno lordo (PIL) indiano crescerà del 7,4% nel 2020 (dato OCSE). Con oltre 1 miliardo e 300mila abitanti (dato ONU, 2019), l’India è il secondo Paese più popoloso del mondo, dopo la Cina.

Go Sport si affaccia sul retail indiano tramite una partnership con Tablez, la parte retail di Lulu Group International, che ha sede ad Abu-Dhabi. Negli ultimi due anni, Tablez ha portato in India altri nomi internazionali del retail, fra i quali Toys’R’Us e Springfield. Il primo Go Sport indiano si trova al Seawoods Grand Central Mall di Navi Mumbai (già New Bombay), città gemella che fa parte dell’area metropolitana di Mumbai. Il retailer francese avrebbe intenzione di aprire altri negozi in India già entro quest’anno. Il programma minimo di aperture è di 20 negozi entro il 2024, pronti a diventare di più ove le prime inaugurazioni si rivelassero un successo. Il lancio dei negozi fisici è supportato da una robusta mobilitazione sul digitale, ritenuta cruciale visto che il cliente-tipo di Go Sport in India è immaginato nel segmento anagrafico fra i 25 e i 45 anni.
La concorrenza con Decathlon sarà presumibilmente più sui numeri che sui prodotti. Diversamente da Decathlon, che è soprattutto produttore-venditore delle sue “marche passione”, Go Sport punta infatti sull’offerta delle grandi marche internazionali, e anche nazionali, dello sport. Decathlon è presente in India dal 2009, dove conta attualmente 62 negozi. Sul piano merceologico, il principale concorrente di Go Sport sarà soprattutto SSIPL, retailer indiano di articoli sportivi multi-brand presente in oltre 90 città.
In quanto a Uniqlo, brand giapponese del LifeWear in forte ascesa internazionale, in India l’azienda attuerà per la prima volta una strategia di “lancio multiplo”, cioè di più negozi previsti da subito in un Paese dove non era ancora presente. Tradizionalmente le catene del retail che si affacciano su mercati nuovi, soprattutto se così distanti geograficamente e culturalmente, iniziano con un primo negozio pilota e definiscono, sulla base dei risultati di quel negozio, i loro piani futuri. Il primo punto vendita indiano di Uniqlo, con apertura prevista in ottobre, è quello di New Delhi all’Ambience Mall di Vasant Kunj, uno dei principali distretti dello shopping dell’area metropolitana. Si tratta di un negozio con una superficie di vendita di quasi 10.700 mq. disposta su tre piani, destinato a proporre tutto l’assortimento LifeWear di Uniqlo per uomo, donna, bambino e neonato.
Il secondo e il terzo negozio Uniqlo, che apriranno poco tempo dopo (il periodo preciso non è ancora stato comunicato nel momento in cui andiamo in stampa), saranno ubicati rispettivamente al DLF Place Saket di Delhi, un centro commerciale in fase di rinnovo che verrà riaperto prima di fine anno, e al DLF CyberHub di Gurgaon, nello stato dell’Haryana. Anche questi due negozi offriranno l’intero assortimento LifeWear della marca nipponica. Uniqlo ha iniziato a far parlare di sé nell’universo dell’abbigliamento sportivo nel 2018, quando è stato dato l’annuncio del suo contratto decennale da 300.000 milioni di dollari con l’icona del tennis Roger Federer. Top Sport ha dedicato nel numero di ottobre/novembre 2018 un lungo articolo a questo contratto di sponsorizzazione, sotto molti punti di vista epocale.

Il successo dei retailer sportivi in India è e sarà legato, oltre che al fattore demografico e alla crescita economica, anche alla diffusione progressiva di sport diversi dal cricket, sport nazionale per eccellenza, che stanno vivendo una crescita relativamente lenta ma costante. Il calcio è uno degli sport in maggiore crescita ma la cronologia ci dà anche l’idea di quanto il fenomeno sia ancora recente. La Indian Super League, uno dei due maggiori campionati di calcio del Paese insieme alla I-League, è nata con l’obiettivo di pubblicizzare lo sport del calcio in India soltanto nel 2013. La I-League era nata nel 2007.

 

 

TopSport – Ottobre 2019
BANNER x sfoglio_1