Decathlon

Dopo i promettenti esordi dei primi due negozi, il gruppo francese Decathlon punta ora ad espandere la sua presenza anche nella Confederazione elvetica

 

Lo scorso agosto Decathlon ha annunciato di aver acquisito il controllo di Athleticum, catena svizzera di negozi di articoli sportivi e numero tre del mercato elvetico. La transazione riguarda tutti i 23 punti vendita dell’insegna. Il gruppo non ha reso noti né il costo dell’operazione, né l’ampiezza della partecipazione rilevata. Athleticum era controllata da Maus Frères, la holding familiare con sede a Ginevra che annovera fra i propri brand anche Lacoste e Aigle, quest’ultima specializzata nell’abbigliamento e nelle calzature per l’outdoor, oltre ai grandi magazzini Manor e ad altri brand. L’acquisizione è giunta al termine di quasi due anni di trattative. I negozi Athleticum saranno progressivamente trasformati in Decathlon entro l’autunno 2019. Maus Frères conserverà una partecipazione minoritaria, oltre ad un posto nel Consiglio di Amministrazione di Decathlon Suisse.
In un’intervista rilasciata al quotidiano svizzero Le Matin, il segretario generale del gruppo Maus Frères, Jean-Bernard Rondeau, ha affermato che la decisione di cedere la maggioranza di Athleticum è stata motivata da un certo realismo riguardo alla situazione del settore nel Paese elvetico. Athleticum, ha detto Rondeau, è il terzo operatore del mercato svizzero ma realizza un fatturato inferiore del 50% rispetto a quello di SportXX (gruppo Migros) e Ochsner, i primi due del mercato.

Decathlon ha aperto il suo primo punto vendita nella Confederazione elvetica nell’agosto 2017, presso il centro commerciale Marin-Centre di Neuchâtel, Svizzera romanda. Nell’aprile di quest’anno il gruppo francese ha aperto un secondo negozio, situato questa volta a Meyrin, nel cantone di Ginevra. Da notare che quest’ultimo era stato in precedenza un negozio dell’insegna Athleticum. Il Decathlon ginevrino si è rapidamente rivelato un successo, tanto che il personale in pochi mesi è passato da 19 a 39 collaboratori. È assai probabile che il felice esito dell’operazione abbia influito sulla successiva decisione, da parte di Decathlon, di spingersi oltre. La multinazionale francese prevede di aprire un suo magazzino in territorio elvetico ad inizio 2019.
Decathlon è presente in Svizzera con il suo sito e-commerce fin dal dicembre 2016. Negli obiettivi di sviluppo c’è anche la crescita del giro d’affari su questo canale, sul quale realizza attualmente fra il 20 e il 25% del fatturato della sua filiale svizzera.
I negozi Athleticum di Collombey e Conthey nel Canton Vallese e quello di Sant’Antonino nel Canton Ticino sono stati chiusi prima dell’estate in previsione della riapertura ad insegna Decathlon, dopo i lavori di trasformazione, questo autunno. Seguiranno nel calendario le chiusure e successive trasformazioni in negozi Decathlon dei punti vendita Athleticum di Yverdon-les-Bains, Basilea e Bussigny. Nel frattempo Decathlon aveva già da tempo programmato l’apertura di un suo terzo negozio in Svizzera, dopo quelli di Neuchâtel e Ginevra, che sarà ubicato a Villeneuve, nel Cantone di Vaud. Questa apertura è prevista per la seconda metà del 2019. Decathlon sembra avere grandi ambizioni per il mercato svizzero. In un’intervista rilasciata a La Tribune de Genève nell’agosto scorso, Adrian Lagache, responsabile dello sviluppo dei punti vendita per Decathlon Suisse, ha affermato che nel giro di dieci anni il gruppo francese intende aprire in territorio elvetico oltre 30 negozi con una superficie fra 2.500 e 5.000 mq. ed un centinaio di negozi più piccoli, fra i 400 e gli 800 mq.

 

 

 

TopSport – Ottobre 2018
BANNER x sfoglio_1